1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Fondazione Bevilacqua La Masa

Contenuto della pagina

.

12 STUDI D'ARTISTA ALLA BLM

Scaduti i termini per partecipare al
Bando di concorso per 12 Studi d'Artista


il 28 febbraio sono scaduti i termini per partecipare al bando per assegnare  a dodici giovani artisti uno studio a Venezia, presso il complesso dei SS. Cosma e Damiano alla Giudecca o presso Palazzo Carminati a San Stae, ove studiare e lavorare per un anno. 
Una volta fatte le dovute considerazioni, secondo i principi del lascito di Felicita Bevilacqua La Masa, il Consiglio di Amministrazione delibererà l'assegnazione degli studi d'artista. L'elenco dei beneficiari sarà consultabile sul sito internet dell'Istituzione. Gli studi d'artista potranno essere usati solo ed esclusivamente come atelier, non trattandosi di spazi adibibili a residenza. Eventuali inosservanze del regolamento comportano la decadenza dalla assegnazione.
Al termine del periodo di assegnazione gli studi dovranno essere restituiti sgombri di persone e cose, nello stato di assegnazione. I dati forniti verranno trattati nel rispetto di quanto previsto dal D. Lgs. 30 giugno 2003, n.196 , "Codice in materia di protezione dei dati personali" e decreti successivi. 

.

"Per dormire mi stesi accanto agli assassini"

Opera 2016
Mostra di fine residenza
dal mercoledì alla domenica, 10.30>17.30
ingresso gratuito 
Galleria di Piazza San Marco
San Marco 71/c
Venezia

PROROGATA FINO AL 26 MARZO 2017
La presentazione del catalogo è fissata per venerdì 17 marzo alle ore 12. 

Opera 2016, Per dormire mi stesi accanto agli assassini è stata prorogata fino al 26 marzo 2017. Una settimana di apertura in più (la chiusura era prevista per il 19 marzo) per permettere al pubblico di visionare il catalogo che quest'anno per la prima volta è stato realizzato in corso di mostra per documentare al meglio i lavori esposti dagli artisti e pensati appositamente per lo spazio espositivo.
La presentazione del catalogo è fissata per venerdì 17 marzo alle ore 12.
Il volume, presentato dal presidente dell'Istituzione Bruno Bernardi, accompagnato dai protagonisti della mostra Ana Blagojevic, Lucia Del Zotto, Melania Fusco, Caterina Gabelli, Gosia Maria Jagiello, Alberto Luparelli, Gioele Peressini, Nuvola Ravera, Gaetano Olmo Stuppia, Francesco Zanatta e Michelangelo Zoppini, Paolo Puddu raccoglie l'anno di residenza dei giovani artisti e le collaborazioni esterne dell'Istituzione, oltre alle sezione dedicata agli artisti con i progetti che sono stati alla base del loro anno di residenza.
Il catalogo si apre con i testi introduttivi del Presidente Bernardi, che racconta il programma degli studi d'artista e la sua origine e del curatore della mostra Stefano Coletto che, con la sua riflessione L'Atelier non va in mostra, sottolinea l'essenza dello studio d'artista e rivela la scelta del titolo della mostra, tratta dalla celebre poesia A coloro che verranno di Bertold Brecht. Ai testi istituzionali seguono le presentazioni degli incontri che si sono svolti presso la sede di palazzetto Tito e delle collaborazioni di quest'anno: la prima con Optima, azienda multiutility di Napoli, che ha portato a Venezia l'artista napoletano Paolo Puddu; la seconda con Addo, agenzia culturale che ha permesso all'artista inglese Dan Rees di progettare e studiare le peculiarità di due città portuali, quali Venezia e Cardiff. L'ultima sezione del catalogo, Per dormire mi stesi accanto agli assassini, infine, presenta le opere in mostra; le descrizioni sono accompagnate da una breve biografia degli artisti e dalle immagini delle opere esposte. 

 
.

Atrii / Sezioni Piani
A cura di Alice Pedroletti e Lucia Veronesi
In collaborazione con Istituzione Fondazione Bevilacqua La Masa
Palazzetto Tito, 3 - 8 aprile 2017

Atrii / Sezioni Piani
è un'indagine collettiva che esplora, attraverso l'arte contemporanea, il concetto di atrio o androne da un punto di vista processuale e teorico con l'obiettivo di creare un inusuale confronto tra artista, spazio, committenza e pubblico, ipotizzando nuove possibilità e canali di fruizione per l'arte contemporanea.
Dal 3 all'8 aprile Giuseppe Abate, Davide Allieri,Chiara Campanile, Matteo Fato, Andrea Grotto, Stefania Migliorati e Gianni Moretti saranno ospitati a Palazzetto Tito dove sarà allestito uno spazio di lavoro temporaneo. Il laboratorio è focalizzato sull'atrio veneziano: la doppia funzione dello spazio, la visione terra-mare di un luogo pubblico e privato e la relazione con il territorio saranno le tematiche con cui gli artisti si confronteranno.
Parte degli artisti invitati al workshop di Venezia sono stati scelti dall'archivio dell'Istituzione Fondazione Bevilacqua La Masa che secondo il proprio statuto e in continuità con lo storico testamento della sua fondatrice, gestisce e promuove l'attività di artisti di varia provenienza che hanno operato nell'area veneta.